logoLogo CICLogo FCL

Indice articoli

Eccovi alcune norme, suggerimenti e limitazioni che è necessario
conoscere se vogliamo portare con noi i nostri amici animali in Europa.

Per chi vuole portare con sé all’estero i propri inseparabili amici a
quattro zampe infatti é meglio fare attenzioni agli obblighi ed alle
limitazioni poste dalle altre nazioni, tanto per non avere sorprese alla
frontiera.

Ecco i principali obblighi, che ci sono comunicati dalla Federcampeggio.

BELGIO, DANIMARCA, GERMANIA, OLANDA e SVIZZERA: 
E’ richiesto il carnet di vaccinazione internazionale. Obbligatoria la
vaccinazione antirabbica (più di 30 giorni - meno di un anno)

FINLANDIA: 
E’ richiesto il carnet di vaccinazione internazionale e il certificato
veterinario di buona salute (validità massima 10 giorni). Antirabbica
obbligatoria (più di 30 giorni-meno di 1 anno)

FRANCIA: 
E’ richiesto il carnet di vaccinazione internazionale e il certificato
veterinario di buona salute (massimo 1 settimana) Antirabbica
obbligatoria (più di 30 giorni- meno di 1 anno). Vietato introdurre
animali di età inferiore ai tre mesi

GRAN BRETAGNA: 
Il 28 febbraio 2000 è stata abolita la quarantena di sei mesi per cani e
gatti domestici per i Paesi dell’UE e EFTA. Sono richiesti
l’identificazione dell’animale con pulce elettronica e vaccinazzione
antirabbica. Deve essere effettuato un test sanguigno che mostri la
presenza di anticorpi. Certificato veterinario di buona salute.
Trattamento vermifugo e antiparassitario prima dell’entrata nel Paese.
Se la vaccinazione antirabbica è stata efficace occorre un termine di
sei mesi dopo il test del sangue prima dell’entrata in Gran Bretagna.